Home / Economia / Profumo, l’ex banchiere che non piace ai mercati. E’ fuga da Leonardo

Profumo, l’ex banchiere che non piace ai mercati. E’ fuga da Leonardo

Fresco di nomina Profumo è già un caso

Incredibile che un ex banchiere del calibro di Alessandro Profumo non sia ben visto dai mercati. Già al circolare delle prime insistenti voci sul cambio al vertice con l’uscita di Moretti, Leonardo (ex Finmeccanica), infatti, cedeva il passo. Ma a parte le reazioni di mercato, a far discutere è la reazione del fondo attivista Bluebell Partners Ltd, per voce di Giuseppe Bivona, socio fondatore dell’hedge londinese, che non lascia adito ad interpretazioni. Sotto accusa è la condotta di Profumo alla guida del Monte dei Paschi di Siena. Blubell, lo ricordiamo, era già intervenuto proprio per costringere l’istituto senese a rettificare il bilancio per il derivato Santorini.

Il Monte dei Paschi e la lettera a Padoan

E, infatti, la questione gira sempre intorno al Montepaschi. Bivona non aveva certo mandato a dire cosa pensava della gestione Viola – Profumo, da lui stesso accusati di aver fornito ai mercati dichiarazioni false.

Bivona scrive così una lettera di fuoco al ministro Padoan e al Presidente Gentiloni, chiedendo la rimozione immediata di Profumo da Leonardo. Nella missiva (che sembra più un missile) si passa in rassegna punto per un punto la vicenda di Siena dall’arrivo all’uscita dell’ex banchiere, ovvero dal 2012 al 2015.
Dai bilanci “falsi” agli aumenti di capitale per un totale di 8 miliardi, Bivona non lesina giudizi. E non manca di far presente che proprio sulla questione Montepaschi è ancora in corso l’accertamento della magistratura e che Profumo potrebbe ancora essere rinviato a giudizio.

Il giudizio

Se non fosse ancora chiaro il messaggio, Bivona conclude con: “La invito a riconsiderare una scelta illogica ed irriguardosa dell’interesse pubblico, che francamente non può essere condivisa”. Ma Bivona, va detto, non è l’unico ad aver mosso perplessità sulla nomina di Profumo. Anche Vincenzo Longo (Ig Markets), si è espresso: “Profumo ha trascorso la sua vita nel mondo bancario, fatico a vedere come possa migliorare le prospettive future di Leonardo che è tornata ad essere competitiva dopo il processo di ristrutturazione di Moretti”.

Guarda altro

Fiducia sul decreto delle Venete

Venete, la risposta dal Governo arrivata ieri Alla fine è arrivato il giorno del verdetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *